La fognatura del 1932

Nel 1932 erano in pieno svolgimento i lavori di scavo per la realizzazione della fognatura di Santeramo.
Un lavoro che venne svolto senza i moderni mezzi meccanici ma solo con pala, piccone e pochi altri semplici strumenti.

Di seguito riporto le 7 fotografie che sono state scattate nell’autunno di quell’anno e archiviate digitalmente dal SAST. Misurano circa 115×85 mm, stampate con gelatina di bromuro d’argento su carta. Non si conosce chi sia l’autore delle foto.

In diverse foto appaiono degli uomini distinti ben vestiti, probabilmente ingegneri dell’Acquedotto Pugliese o rappresentanti di altre istituzioni.
Sapete dire dove sono scattate e quali edifici riconoscete?

Fogna n. 39 – rete sud-est – 18/11/1932

 

Fogna n. 1 – rete sud-est – 18/11/1932

 

Fogna – 26/09/1932

Nella foto sopra si riconosce bene l’arco che caratterizza via Sant’Antonio.

Fogna – 26/09/1932

 

Condotta di scarico di fondo della vasca – 26/09/1932

 

Inghiottitoio – 26/09/1932

Interessante quest’ultima foto per via della didascalia che esplica il soggetto. Un operaio a lavoro con una pala tra le mani in prossimità di un inghiottitoio, una cavità naturale.

Nel 1915 l’ingegner Vinaccia parla dell’esistenza a Santeramo di catacombe, riportando l’esistenza di affreschi tra ipogei sotterranei, definendoli come catacombe di San Patrizio. Con la creazione della rete fognaria negli anni ’30 il tutto è andato probabilmente distrutto o coperto di materiale di costruzione. Delle catacombe non vi è traccia attualmente.

Fonti consultate

SAST Sistema Archivi Storici Territoriali, Regione Puglia, 2015, consultato il 09/08/2019

Precedente Il Generale Nazzareno Scattaglia Successivo La Genealogia di Santeramo al Murgiafest 2019