Francesco Netti e l’altare di Sant’Anna

L’archivio della Famiglia Netti conserva molti documenti tra pergamene e carteggi.

La Collezione Chicago tra i vari corteggi contiene anche la testimonianza della storia che riguarda un altare tutt’ora presente nella Chiesa di Sant’Erasmo. Il documento risale al 1732, e contiene l’autorizzazione per l’erezione di una cappella con sepolcreto nella chiesa matrice.

Il prof. Raffaele Bongallino aggiunge: “Come si deduce da altre notizie di cronaca riprese dal quotidiano Corriere delle Puglie (poi Gazzetta del Mezzogiorno) intorno all’altare di Sant’Anna della “nuova” chiesa madre di Santeramo, si è riunita la famiglia Netti per gli avvenimenti importanti della famiglia (matrimoni, funerali, centenario di Nicola Netti. Celebrante padre Raffaele Netti (fratello di Francesco Netti pittore) dei padri Gerolosimini”.

altare-francesco-nettiSul fianco dell’altare è presente un’epigrafe ben leggibile, che dalla data in numeri romani si può far risalire al 1735:

ALTARE HOC
TIT.O DIVÆ AN
FRANC.US NETTI
ARDENTI STUDIO
CONSTRUENDUM
CURAVIT
ANNO DOMINI
MDCCXXXV
UT GLORIOSA
E JUSDEM
INTERCESSIONE
MALLE MORI
QVAM FŒDARI
IUGITER
ASSEQVERETUR

Il Francesco Netti a cui è riferita questa epigrafe ha legato la sua vita a Santeramo nella prima metà del settecento. Un uomo altolocato, il cui nome oggi associamo all’artista omonimo dell’ottocento. Ma in che rapporto di parentela erano i due? Il Francesco Netti a cui è dedicato l’altare è il trisavolo del pittore, cioè il nonno di suo nonno. Quanto tempo è passato!

L’altare non venne realizzato da un santermano, ma venne commissionato a Nicola Giannuzzi di Altamura. Il costo fu di 166 ducati e 70 grana.

Altare di Sant'Anna, didascalia di Luciano Rampino
ALTARE DI SANT’ANNA

L’altare di Sant’Anna, in pietra, oggi stuccata, fu edificato per volere della famiglia Netti al tempo dell’erezione della chiesa, come risulta dall’epigrafe: Altare hoc titulo divae Annae Franciscus Netti ardenti studio construendum curavit A. D. MDCCXXXV ut gloriosa eiusdem intercessione malle mori quam foedari jugiter assequeretur (Questo altare col titolo di Sant’Anna, Francesco Netti nell’anno del Signore 1735 fece costruire affinchè per la sua gloriosa intercessione subisse piuttosto la morte che fare del male). Il paliotto ha una decorazione a colori nella quale risalta un cerchio bianco. nicchia-vito-c-perniolaSul secondo gradino è incastrata la custodia di marmo bianco, contenente una croce in madreperla, fatta a devozione del sacerdote Vito Carlo Perniola nel 1962, come ricorda una lapide sul pilastrino a sinistra. L’altare è sormontato da grande quadro di Sant’Anna di discreta fattura, contornato da cornice in marmo bianco con testa d’angelo in alto e affiancato da volute con acroteri. La Santa è seduta guardando in alto intensamente con la Figlia in piedi davanti a lei; a destra San Gioacchino, appoggiato a un bastone, in atteggiamento di pensosa riflessione. In alto, su nube, l’Eterno e tutt’intorno angioletti. Il quadro è stato restaurato nel 1963 ad opera del pittore Michele Buono.

Altare di Sant’Anna, didascalia di Luciano Rampino, Chiesa di Sant’Erasmo, Santeramo in Colle

Ringrazio Raffaele Bongallino per le preziose integrazioni.

Fonti consultate

Autorizzazione per l’erezione di una cappella con sepolcreto nella chiesa matrice di Santeramo e la dotazione di una rendita (1732), Collezione Chicago, Archivio Netti, URL consultato il 26/11/2016
Altare di Sant’Anna, didascalia di Luciano Rampino, Chiesa di Sant’Erasmo, Santeramo in Colle

Precedente Vitalina Lassandro, donna della Resistenza Successivo Via Marconi e Via Borgo Sava negli anni '60

2 commenti su “Francesco Netti e l’altare di Sant’Anna

  1. Raffaele Bongallino il said:

    Come si deduce da altre notizie di cronaca riprese dal quotidiano Corriere delle Puglie (poi Gazzetta del Mezzogiorno) intorno all’altare di Sant’Anna della “nuova” chiesa madre di Santeramo, si è riunita la famiglia Netti per gli avvenimenti importanti della famiglia( matrimoni, funerali, centenario di Nicola Netti. Celebrante :padre Raffaele Netti (Fratello di Francesco Netti pittore) dei padri Gerolosimini. https://uploads.disquscdn.com/images/7f7aba2bf6da3c9a58e03cec9d020a7af2aee888e35b9bb09d8063dc3a66103c.jpg https://uploads.disquscdn.com/images/3bba60564a80a6b869c380377f1161692e39f15cd395f8e5955f9f1f5cc5405e.jpg

I commenti sono chiusi.