Il carro trionfale

La festa di Sant’Erasmo è caratterizzata da una serie di eventi, tra cui il lancio dei palloni e i fuochi d’artificio. Il momento culminante della festa è il passaggio del carro. Ma qual è la sua storia?
In una lettera al Corriere delle Puglie viene descritta, un mese prima della festa, la preparazione del carro, che il paese vedrà per la prima volta.

virgolette-aperte

Varie da Santeramo

Il Carro Trionfale su Corso Italia nel 2015
Il Carro Trionfale su Corso Italia nel 2015

SANTERAMO 6. […] Quest’anno le feste Patronali del prossimo giugno si preparano con maggiore solennità degli anni precedenti. La solerte commissione è già al lavore e non mancheranno le solite gare di fuochi pirotoenici, di rinomati concerti musicali della provincia del Leccese, una ricca illuminazione a cura della premiata Ditta SonettiMilella di Bari, getto di palloni od altre sorprese. Ma l’attrattiva pia grande della festa di S. Erasmo quest’anno sarà data dal nuovo artistico carro trionfale in costruzione sotto la direzione del valente operaio Luigi Bellamia e che sarà decorato dagli artisti Giuseppe Mastrandrea di Bari e Carmelo Bruno di Lecce.
Esso sarà illuminato sfarzosamente a luce elettrica. Di quest’opera va data lode all’egregio e generoso padre cav. Giuseppe Clemente, nostro benemerito concittadino residente a Slough (Inghilterra), il quale appena questa commissione delle feste gliene comunicò l’idea, rispose immediatamente accettando la spesa che sarà abbastanza rilevante. E con questa nuova offerta il cav. Clemente dimostra, ancora una volta quanto affetto egli nutra per la sua città natia, per il suo Santo Protettore.
Farò tenere a suo tempo il programma dettagliato dei festeggiamenti.

tratto e adattato dal Corriere delle Puglie del 07/05/1914, p. 3

virgolette-chiuse

Precedente Feste patronali Successivo Grandiose feste religiose